Formule Esplosive per il Web Marketing

Come sfruttare l'Hashtag per il Viral Marketing

hashtag per il marketing viraleMi capita spesso di leggere post riguardo al virale che raccomandano di non dimenticare di legare un hashtag alla propria campagna, per aumentare il trend topic e le condivisioni.

Sbagliato! ...no dai, sbagliato no...

voglio dire che non basta usare l'hashtag come uno strumento per amplificare la campagna. Esso infatti, va legato alla viralità del video (o della campagna) in fase di progettazione e deve far parte del messaggio stesso. Altrimenti ci ritroveremo ad avere 2 o 3 trend topic in cui monologheremo tristemente, senza interazione né risposte.

Ricordiamo intanto che cos'è, l'Hashtag. Anzi leggiamo la definizione di Twitter stesso:

"The # symbol, called a hashtag, is used to mark keywords or topics in a Tweet. It was created organically by Twitter users as a way to categorize messages (fonte: Twitter Support Blog)"

Bello! ...ma che vuol dire? Ai miei clienti più "profani", dico più o meno questo:

 

"un hashtag è un link da inserire in un tweet, che rende visibile il tweet in questione in una bacheca legata all'argomento scritto nell'hashtag. Cliccando sull'hashtag stesso, si arriva in questa bacheca, dove sono presenti tutti i tweet di chi ha usato quell'hashtag"

Non capiscono lo stesso, ma il "rende visibile" di solito è sufficiente a rendere il tutto attraente.

Tornando al virale, abbiamo appena detto che l'hashtag fu creato dagli stessi utenti di twitter, il che è molto interessante visto che stiamo parlando proprio di una leva di condivisione virale. Infatti l'hashtag, autoctono di Twitter, oggi si ritrova in Pinterest, in Instagram, e sono diverse le indiscrezioni che lo danno di prossima adozione da parte di Facebook.

Tuttavia, come dicevo, non basta spammare in batteria il vostro fighissimo tag su tutte le piattaforme social.

Uno dei primi usi davvero efficaci dell'hashtag per il viral fu quello di Katy Perry, che nel 2011 lancia un hashtag su twitter, e comunica ai fan che se il topic in questione fosse arrivato tra i top 10, sarebbe stato rilasciato il nuovo video della pop idol, in anteprima, direttamente su twitter.

Beh così è stato, e in poche ore, a colpi di retweet. Anche se la Case history che vi presento oggi è probabilmente ancora più affascinante:

#FirstWorldProblems

Se non l'avete mai sentito, sappiate che si tratta di un hashtag ancora in voga, seppur ormai slegato dalla campagna che l’ha sfruttato in maniera così efficace. Vediamo prima di tutto il video

 
Si tratta di una campagna per donazioni del sito waterislife.com, per contribuire a portare l'acqua in alcune zone di Haiti.

Grazie ad un buon seeding iniziale, il topic in questione riceve migliaia di citazioni e retweet, regalando al video 800.000 Views nelle prime 48 ore. Perfetto! Ma la storia non finisce qui. 

hashtag meme virale hashtag meme virale 2

L'Hashtag in questione è infatti già esistente prima della campagna, ed è legato a un meme molto diffuso, ovvero quello di indicare come #FirstWorldProblems cose che problemi non sono, con ironia: "Alzarsi per prendere il telecomando", "al mio compleanno non so quanti regali voglio" e così via.

twitter hashtagSe i primi retweet della campagna partono dagli Haitiani stessi, quando la palla passa in mano all'occidente, l'ironia dei tweet riprende subito il sopravvento, e i problemi più grossi del mondo tornano a essere "la maestra ha cancellato la lavagna prima che finissi di copiare".

Se cercherete su twitter, vedrete che l'hashtag è presente, e naturalmente ironico.

Questo fa perdere fiducia nel genere umano? Probabilmente no. Di sicuro non definisce la campagna di waterislife un epic fail, anzi! Noi infatti siamo qui a parlarne e a guardare il video, che sono sicuro ha una sua percentuale di conversione, bassa che sia, per le donazioni.

E allora se la leva è un hashtag diametralmente opposto ai problemi come la sete ad Haiti, beh tanto meglio così.

La morale di questa storia, è appunto che l'hashtag può amplificare il virale e regalargli milioni di visite, quando è integrato nel virale stesso, quando l'hashtag fa parte o si identifica con la strategia di diffusione virale, quando è sfruttato nella base della comunicazione del video.

Partite dal chiedervi perché, un utente, deve essere entusiasta di usare il vostro hashtag in un proprio twitter, come ad esempio dire ironicamente il "problema" più stupido che gli venga in mente legandolo a #FirstWordlProblem.

Perché, soprattutto in twitter, la gara a chi la spara più grossa è sempre aperta! Anche io partecipo ogni giorno!

Newsletter

E' Gratis! Serve altro?! Iscriviti!

Viral Feed

Newsletter

Hai davvero letto fino qui?! Allora devi proprio iscriverti!

Newsletter

E' Gratis. Serve altro?

Default Theme
Layout Direction
Body
Background Color [r]
Text color [r]