Formule Esplosive per il Web Marketing

Calo di Visbilità dei Post: in Difesa di Facebook

Sul calo della visibilità dei post delle pagine di Facebook si è già detto tanto, se non tutto.

Calo dei Post di Facebook

In realtà non pensavo che mi sarei mai trovato a dinfendere Facebook per una qualsiasi ragione, ma ecco quà.

Ho l'impressione che tutti si lamentino del fatto che Facebook farà pagare sempre di più per raggiungere gli utenti, e questo è giusto, nonchè fisiologico, ma mi sembra che nessuno si chieda il perchè.

Da ormai cinque, quasi dieci anni, l'utilizzo delle Facebook Ads è cresciuto a dismisura, andando anche a sostituire molti altri investimenti pubblicitari su internet: banner, display e non ultimo Google Adwords.

Non so voi, ma io in media un like lo pago 10-15 cent, e con alcune campagne arrivo a pagare anche 3-4 cent per like.

Bello! Alla faccia tua Google che mi fai pagare 30 centesimi a click, io agenzia investo tutto su Facebook, e il mio cliente che vede aumentare i pollici in su non potrebbe essere più felice

Certo, tutto molto bello, ma all'utente cosa succede?

In anni di ads finalizzate a guadagnare like, l'utente facebook medio si ritrova un un newsfeed intasato delle offerte e novità di questo o quel brand.

Già perchè quante pensate che siano le pagine facebook che offrono qualcosa di utile all'utente? O ancora peggio quante sono le pagine che cercano interazione? ... no, le cose non stanno così.

Si tratta di Spam ragazzi, la verità è che questo è spam.

Un click distratto al mi piace sull'ad di Pagine Gialle "Ti piace la fiorentina" dovrebbe autorizzare la stessa a riempirmi il newsfeed con le novità su Pagine Gialle?

L'utente ne risente (ha un feed che fà schifo), quindi Facebook ne risente, in termini di calo di visite e tempi di permanenza.

Veniamo al calo di visbilità

Non so se vi siete accorti che al di là delle Ad, facebook sempre di più seleziona cosa farvi apparire nel newsfeed in base alle vostre azioni (Edgerank).

Quel vostro amico che scrive quelle cose così intelligenti e sagaci, quello che commentate sempre, è sempre ai primi 3 posti, e ricompare almeno 3 volte ogni volta che scrollate il newsfeed.

Questo (almeno in teoria) è un tentativo continuo di Facebook di migliorare la vostra esperienza sul loro sito.

Più restate, più loro guadagnano, e quindi è tutto nel loro interesse

Ed ecco che la pagine spammone rimangono fuori e attaccano a lamentarsi.

Facebook Spam

Ma che c'è da lamentarsi? E' giusto così.

Voglio dire, non ho mai sentito nessuno dire "ah che due scatole, ho acquistato un db email a caso e mi mettono tutti in spam, quindi maledetta Gmail e la sua gestione dello Spam". No, Gmail non c'entra.

Perchè quindi sarebbe colpa di Facebook?

Se gli utenti che hai acquistato non interagiscono con te, è giusto che non vedano più i tuoi contenuti.

Non gli interessi, e Facebook ha finalmente la grazia di non mostrarti più.

Cosa devi fare?

La soluzione la sappiamo tutti.

Se la nostra campagna punta al target giusto, e il nostro content marketing soddisfa il target, non c'è proprio niente di cui preoccuparsi.

Chi sarà interessato interagirà e ci seguirà, e gli altri continueranno a farsi i fatti loro e a metterci (automaticamente) nello spam.

Ovvero ne più ne meno del tanto osannato Email Marketing.

Non avete alcun interesse a mostrare i post alle persone non interessate! Non vi ha insegnato niente la morte prematura del pay per view?

O Sbaglio?

Newsletter

E' Gratis! Serve altro?! Iscriviti!

Viral Feed

Newsletter

Hai davvero letto fino qui?! Allora devi proprio iscriverti!

Newsletter

E' Gratis. Serve altro?

Default Theme
Layout Direction
Body
Background Color [r]
Text color [r]