Formule Esplosive per il Web Marketing

Il Seeding dei video virali: quali canali scegliere

Parlare di Viral Seeding non è molto diverso dal parlare di media planning in generale.

Infatti si tratta fondamentalmente di individuare i migliori canali su cui mostrare la propria pubblicità, in funzione del target, del contenuto e soprattutto del budget.

Non si scappa infatti da questo caposaldo della pianificazione media, cioè che più spendi, più sarai visibile.

Ovviamente stiamo parlando della modalità autoalimentata per eccellenza (il viral marketing), ma senza una adeguato seeding iniziale, questo non basterà mai.

I casi infatti di virali davvero tali, ovvero partiti da un individuo e arrivati ad altri milioni, sono davvero una rarità per il video in generale, e forse un utopia per l’adv.

La vera differenza, se vogliamo, tra un classico media plan e un seeding plan, sta nell’importanza che si dà alla condivisione spontanea del materiale pubblicitario, che è poi ciò che definisce l’aggettivo virale.

Leggi tutto: Il Seeding dei video virali: quali canali scegliere

Un secolo di bollicine: Le stampe pubblicitarie Coca-cola

Più di un secolo e un quarto a dire la verità, le prime stampe delle pubblicità Coca-Cola vanno in stampa nel 1886 quando la bevanda stessa venne inventata dal John Pemberton.

Attraverso la storia di questo marchio è possibile rivedere la storia di una nazione, euforie da boom economico si susseguono ad estetiche coloniali, Babbo natale, come lo conosciamo noi oggi, fa la sua prima apparizione nel 1931 dalla penna di Thomas Nast, mentre la prima foto impiegata dai pubblicisti di quella che oggi è una delle 10 più grandi aziende del mondo arriva solo nel 1956. Si aspetta fino al 1974 per strizzare l'occhio anche alla comunità afroamericana; da qui lo sport diventerà per il marchio un vero e proprio cavallo di battaglia.

Advermovie: Lo spot d'autore che diventa virale

Come si evolve l'advertising video?

Il web sta intaccando profondamente il modo di percepire, e quindi di realizzare l'adv video.

Ad esempio gli spazi pubblicitari sono aperti, e la durata di uno spot non è più obbligata a 20 - 30 secondi.

Inoltre esistono differenti livelli di attenzione sul web:

si va dallo skip frenetico delle Ad pre-video su Youtube, fino al 100% dell'attenzione che si dedica ad un virale, poichè è stato appena condiviso su facebook dal proprio amico d'infanzia.

Si aprono quindi nuovi paradigmi, nuove modalità di inventare l'adv video.

Modalità che sfruttano questa ritrovata attenzione, e abbandonano i dogmi dell'attirare lo sguardo e del non far cambiare canale, e rendono la pubblicità un pochino più gradevole, più spettacolare e anche più utile.

Di una categoria, ultimamente, mi sento particolarmente fanatico: è quella dello Spot d'Autore.

Non è facilissimo definire questa branca, anche perchè è un'etichetta che viene applicata a spot che, spesso, sono molto diversi tra di loro.

Vediamo di partire dagli inizi:

Ridley Scott e il suo spot per il lancio del Macintosh: Apple (1984)

Leggi tutto: Advermovie: Lo spot d'autore che diventa virale

I Viral Video musicali di Floria Sigismodi

Floria Sigismondi è una regista di video musicali italiana

I suoi video, oltre ad essere indiscutibili opere d'arte, hanno la caratteristica di essere tra i più condivisi del web.

Forse per l'immaginario che creano, per le caratteristiche emotive che comunicano, per lo stile cinematografico o per la perfetta armonia con i brani.

Ve ne proponiamo alcuni che fanno parte di questo paradigma:

Leggi tutto: I Viral Video musicali di Floria Sigismodi

I modi più stupidi per morire: il viral della metro australiana

La società di trasporti pubblici australiana, ci regala un esempio di video che, per quanto mi riguarda, entra dritto nel manuale di come si realizza un virale.

Il video in questione presenta dai primi secondi elementi sufficenti per una esplosione su web:

 - brano molto orecchiabile: ascoltate e vedete se riuscite a non canticchiarlo fino a domattina.

 - personaggi teneri e "pucciosi" (patate colorate) che muoiono in maniera terribile: C'è altro da aggiungere? Se si cercate "Happy tree friends".

 - Realizzazione ed animazione di altissima qualità ed ilarità.

Il video poi, non presenta il messaggio che vuole trasmettere se non alla fine, quando ormai ne siamo completamente sedotti. I morti sotto ai treni infatti, diventano a sopresa i protagonisti ultimi del video, senza una ragione apparente.

Se nonchè gli ultimi fotogrammi ci svelano in coda, a cosa abbiamo assitito, ovvero una campagna per l'attenzione in metropolitana.

Ed ecco che il gioco è fatto, senza intaccare per nulla la freschezza del video, che infatti oltre alle 40 milioni di visite, presenta l'incredibile numero di 3 milioni di condivisioni.

Enjoy and Sing!

Come sfruttare l'Hashtag per il Viral Marketing

hashtag per il marketing viraleMi capita spesso di leggere post riguardo al virale che raccomandano di non dimenticare di legare un hashtag alla propria campagna, per aumentare il trend topic e le condivisioni.

Sbagliato! ...no dai, sbagliato no...

voglio dire che non basta usare l'hashtag come uno strumento per amplificare la campagna. Esso infatti, va legato alla viralità del video (o della campagna) in fase di progettazione e deve far parte del messaggio stesso. Altrimenti ci ritroveremo ad avere 2 o 3 trend topic in cui monologheremo tristemente, senza interazione né risposte.

Ricordiamo intanto che cos'è, l'Hashtag. Anzi leggiamo la definizione di Twitter stesso:

"The # symbol, called a hashtag, is used to mark keywords or topics in a Tweet. It was created organically by Twitter users as a way to categorize messages (fonte: Twitter Support Blog)"

Bello! ...ma che vuol dire? Ai miei clienti più "profani", dico più o meno questo:

Leggi tutto: Come sfruttare l'Hashtag per il Viral Marketing

Il Video di Rhett & Link è un Ad, ma non lo è

Mentre scrivo di questo video, non so davvero se catalogarlo sotto Comedy o Advertising. Si perchè seppur si tratti di uno scherzo e non c'è nessuna pubblicità, stiamo comunque parlando di una sequenza di spot!

Dunque, avete presente il tasto "Skip ad"? Quello che su youtube vi permette di saltare la pubblicità e di arrivare direttamente al video che volevate vedere? Bene. In effetti ormai, tutti lo hanno presente. Proprio per questo i due comici del canale Rhett & Link devono aver pensato che avrebbe funzionato alla grande metterne uno finto sul loro ultimo video.

Infatti se fate play, noterete subito la possibilità di skippare l'Ad, ma arriverete solo ad un altro Ad che, certamente, potrete di nuovo skippare, per arrivare ad un terzo Ad... cosa succede? Beh non si esce mai dal video, e ogni click si limita a spostare in avanti il cursore della timeline, per passare allo spot successivo.

Gli spot sono Fake, si, basta ascoltarli un attimo senza skippare, per capire che alla fine si tratta di una grossa presa in giro.

Alcuni tocchi di classe completano l'opera:

 - il titolo: Funny Baby Panda Kiss. Nel video non comparirà infatti nessuno di questi 4 elementi virali

 - la latenza fra un video e l'altro: se infatti siete così temerari da non saltare il primo spot e guardarvelo tutto, andrete in contro a 6-7 secondi di nero, che vi costringeranno al click.

Geni.

Nuova Toyota Corolla: Feels Good Inside

Gatti, buffi incidenti e romanticismo sono la miscela alquanto esplosiva del nuovo virale toyota.

Si tratta in realtà di uno spot nato per la tv, in onda già da ottobre, anche se youtube totalizza più di un milione di visite

Sottocategorie

  • Web Marketing

    Web Marketing, ovvero tutto ciò che non è abbastanza ben definito per rientrare in una delle altre categorie.

    Quì si parla di soprattutto di Inbound Marketing, ovvero quella parte di advertising che mira a fornire ai potenziali clienti contenuti di valore, in modo che siano poi loro ad interessarsi al brand ed ai prodotti

    Chi dice che il marketing e la pubblicità sono morti dice bene (forse), e si riferisce alla pubblicità interruttiva, propositiva e disturbante. E' invece in crescita un tipo di advertising pull, nato e cresciuto soprattutto sul web, inteso come media pubblicitario.

    Uno strumento che ci piace, che è più efficace, e che ci permette di fare il nostro lavoro (i pubblicitari) con maggiore etica

  • News
  • Recensioni
    • Viral Pictures

      Le immagini ad alto tasso di viraità, che fanno o hanno fatto il giro del web.

  • Viral Marketing

    La sezione Advertising, contiene una raccolta delle migliori case di Viral Marketing nella storia del web (e anche prima).

    Commenti analisi ed opinioni sulle campagne Virali, quelle riuscite e quelle non.

    Naturalmente, vi invitiamo a dire la vostra nei commenti.

  • Viral Video

    ...

Newsletter

E' Gratis! Serve altro?! Iscriviti!

Viral Feed

Newsletter

Hai davvero letto fino qui?! Allora devi proprio iscriverti!

Newsletter

E' Gratis. Serve altro?

Default Theme
Layout Direction
Body
Background Color [r]
Text color [r]